• SPEEDUP
  • Cambio gratuito entro 30 giorni
  • Original Dynafit Markenshop

ULTRA MARATHON | 24.04.2019 | Harald Angerer

Maratona ultra: come conciliare allenamento, famiglia e lavoro?

Un connubio difficile - la preparazione per una maratona ultra richiede molto tempo, prima di una ultra mi alleno fino a 15 ore a settimana. Questo comporta però sfide che non riguardano il campo dello sport. L’ultra running è il mio hobby, quindi si aggiunge anche il lavoro e per molti di noi una famiglia, nel mio caso con due bambini. Come conciliare tutto? È una buona domanda, e ognuno ha la sua personale risposta, eppure ci sono delle cose che valgono per tutti. Per cominciare, serve come nel mio caso una moglie molto tollerante: mia moglie ha molta comprensione per la mia passione, e mi dà un grande sostegno. Ma voglio anche trascorrere del tempo con la mia famiglia, serve quindi organizzazione.

Allenarsi bene vuol dire stabilire regole

Le regole devono essere molto chiare. Per esempio, io non mi alleno di domenica, che è dedicata alla famiglia, mi alleno invece di sabato, con le corse lunghe che possono durare anche fino a otto ore. Provo comunque a conciliare famiglia e allenamento: talvolta ci incontriamo in luoghi che io raggiungo correndo e loro in macchina o con la cabinovia, dove possiamo mangiare un gelato o recuperare il pranzo, e io poi torno insieme a loro.

Di tanto in tanto pratico il riposo attivo insieme alla mia famiglia, andando insieme in bicicletta o a fare passeggiate. Il riposo attivo è essenziale nell’ultra running, perché l’allenamento sottopone il corpo a grandi sforzi. Ma anche la mente è un fattore decisivo, e fare passeggiate con moglie e figli è un’ottima distrazione. Ci tengo molto a spiegare ai miei ragazzi cosa faccio e perché vado spesso a correre la sera, vorrei che lo comprendessero, e naturalmente spero di poter trasmettere loro la mia passione. Mi piacerebbe che trovassero un giorno una passione sportiva che dia loro tante soddisfazioni come le dà a me il trail running.

Incastro l’allenamento ultra tra la mia famiglia e il mio lavoro.

La domenica è il giorno di riposo, dedicato alle attività con la famiglia - almeno il più delle volte. Non è sempre semplice, per esempio se ci si è allenati poco durante la settimana, ma cerco comunque di tenerla libera. Ammetto di non riuscirci sempre, purtroppo. Durante la settimana le cose vanno diversamente: ho un lavoro che non mi obbliga a essere in ufficio alle 8 del mattino, ma ho spesso appuntamenti serali. Cerco di sfruttare questi orari allenandomi di mattina, soprattutto in estate, in questo modo elimino lo stress della sera e ho più tempo per la famiglia. In inverno invece mi riesce di rado. 

 

Sono giornalista, un lavoro sedentario, lo sport è pertanto un’ottima compensazione. Esco di buon mattino perché porto i bambini a scuola e mia moglie inizia a lavorare presto, così posso mettermi all’opera dalle 7:15 circa e riesco ad assolvere una piccola sessione di corsa da 60-90 minuti. In ufficio sono più sveglio e produttivo, perché ho già fatto il pieno di ossigeno. Inoltre, mentre corro ho anche la possibilità di pensare alle cose più importanti, ma non è come concentrarsi sul lavoro, è più un far vagare lo spirito in libertà, i pensieri scorrono da soli.

Strutture di allenamento: Organizzazione dell’allenamento

Se non riesco a iniziare la mattina presto ho altre due alternative: o corro vicino casa di sera o inserisco l’allenamento fra l’ufficio e gli appuntamenti serali, così ho la possibilità di darmi una rinfrescata dopo la corsa e ho sfruttato il tempo in modo ottimale. Naturalmente questo si può fare solo si hanno le montagne davanti casa e il lavoro vicino. In ogni caso è importante creare una struttura e inserirla negli impegni settimanali. Io mi segno gli allenamenti in agenda e penso la domenica a come posso pianificare la settimana per prepararmi al meglio per una gara. In questo modo risparmio molta pressione, sia per la famiglia che sul lavoro.

 

Anche se si pianifica tutto in dettaglio non bisogna dimenticare che è possibile che non tutto funzioni a dovere. Nessuno è perfetto, quindi non fatevi troppi problemi. Se una cosa non va, non va, e ciò che è chiaro è che in caso di dubbi famiglia e lavoro hanno la priorità. Perché senza sicurezza economica e senza divertimento anche il migliore allenamento non serve a nulla.