• SPEEDUP
  • Cambio gratuito entro 30 giorni
  • Original Dynafit Markenshop

SPEED | 25.09.2018 | Dennis Forte

70 chilometri – 7.000 metri di dislivello– 3 giorni

Così è stato, e queste sono state le sensazioni della prima mattina della finale del progetto Mountopia “3 cime in 3 giorni”. Il nervosismo infine è calato, lasciando il posto a tensione, zelo e passione. Come i quattro vincitori della Mountopia hanno vissuto l’ascesa in stile speed dei tre monti più alti di Austria, Alto Adige e Germania, ce lo facciamo raccontare direttamente da loro…

Lucija Odar – Slovenia

Dopo un’estate che sembrava non finire mai, il momento è finalmente arrivato. Già in primavera ho scalato il Großglockner. Sapevo quindi cosa mi aspettava, ma ero lo stesso tesa. Conoscevo i vincitori solo dai social media e da Strava.

Ma che fine settimana pazzesco è stato? 3 cime in 3 giorni con un totale di 70 chilometri e ben 7.000 metri di dislivello. Un highlight dopo l’altro, in breve tempo e dormendo pochissimo. Nei giorni successivi non riuscivo ancora a realizzare cosa fosse successo. Ho iniziato a capirlo lentamente…

Sono stato nervoso per tutta la settimana precedente, ma anche motivato fino alla cima dei capelli. Quando finalmente è arrivato il momento volevo essere sempre più veloce, e ci lasciavamo alle spalle metro dopo metro di dislivello a velocità sostenuta, fino a quando abbiamo conquistato tutte e tre le cime. Ammetto di non essere mai stato su nessuna di queste montagne. Proprio per questo sono valsi la pena ogni goccia di sudore e ogni metro di dislivello percorso di questa impegnativa sfida. Che progetto indimenticabile.

Aramis Sasinka – Svezia

Per me “3 cime in 3 giorni” non è stata solo l’ascesa di Großglockner, Ortler e Zugspitze. No, per me l’intero progetto ha un significato profondo. Ho conosciuto qualcosa di nuovo! Ho imparato a conoscere e apprezzare le montagne da un altro lato. Ho conosciuto “veri” atleti di sport alpini, e trascorso del tempo con loro. Ma non intendo solo l’incontro con persone fantastiche e con le montagne, c’è qualcosa di più. Si è trattato di comprendere a fondo lo sport alpino di resistenza, la passione, l’amore e la disponibilità a mettersi in gioco per questo tipo di disciplina.

Sono una persona molto motivata, nello sport, nel lavoro e rispetto alla mia famiglia. Ma Mountopia mi ha toccato e ispirato ancora più a fondo. Il mio punto di vista su molte cose è cambiato, grazie a questa esperienza. Resterò per sempre legato alle montagne.

Mountopia 3 Peaks – 3 Days: speed ascent of Großglockner, Ortler, Zugspitze

Alaska -- ski touring in the Chugach Mountains

Siamo ancora in piena notte. Siamo seduti insieme al tavolo della colazione, nessuno parla. Il silenzio viene interrotto solo dal leggero borbottio del caffè. Guardo i volti dei quattro vincitori Mountopia. Il pane sembra oggi più secco del solito. Sono nervosi. Sono tesi. Riesco letteralmente a leggere nei loro sguardi le molte domande che li attanagliano. Cosa mi aspetta, di preciso? Mi sono preparato bene? E se non ci riesco? Sono forte abbastanza da affrontare tre ascese in stile speed in tre giorni, una dopo l’altra? Ma ora si parte, finalmente. Ci diamo il cinque e ci lanciamo verso il buio. La nostra prima destinazione è il Großglockner.

Noi quattro vincitori siamo tipi completamente diversi l’uno dall’altro. Ciò che ci lega è la passione per le montagne. I miei amici mi hanno chiesto dopo se la Mountopia, 3 cime – 3 giorni, sia stata dura. Per me non lo è stata! Naturalmente sono arrivata al limite delle mie forze, ma è stato semplice, perché il gruppo era affiatato. E tutto, veramente tutto era organizzato alla perfezione. L’unica cosa che noi quattro dovevamo fare era correre, mangiare e godercela.

Iga Lugowska – Polonia

Sulla via per il Großglockner non mi sentivo bene. Circa una settimana prima avevo partecipato a una maratona ultra Spartan, e la sentivo ancora nelle gambe. Ma passo dopo passo ho accettato la sfida, ho tenuto duro e ho vinto. Vincere è la parola giusta. Ciò che mi ha dato il progetto Mountopia è indescrivibile. Quando sono arrivata non conoscevo nessuno, ma ho incontrato persone che pur non conoscendosi sono riuscite a creare una squadra straordinaria.

La passione è il concetto più calzante. Questa passione per le persone e le montagne la porterò sempre con me. La finale Mountopia mi ha dato una forza enorme. Ho raggiunto i miei limiti, ma li ho superati conquistando fiducia in me stessa ed energia positiva. Vorrei che tutti provassero una cosa così, una volta nella vita.

Christoph Leimbeck – Germania

What's your Mountopia?

Iga, Lucija, Aramis e Christoph sono i vincitori della quarta edizione del concorso Mountopia. Ora tocca a te realizzare il tuo sogno! Abbiamo buone notizie: la prossima edizione di Mountopia inizia già il 9 ottobre 2019. L‘obiettivo: il Trofeo Mezzalama ad aprile 2019. Partecipa alla gara scialpinistica più ad alta quota del mondo. Abbiamo riservato per te uno dei sei posti allo start.

Partner

È stato tutt’altro che semplice. È stata una grande sfida e un’esperienza straordinaria, che non dimenticherò mai.

Sto sognando o l’ho vissuto davvero?