• SPEEDUP
  • Cambio gratuito entro 30 giorni
  • Original Dynafit Markenshop

Come spesso succede, nella vita non tutto va come te lo aspetti. E‘ ciò che è accaduto ai tre protagonisti del film Inside Iran. Ognuno di loro ha la sua storia personale, che lo lega in qualche modo all‘Iran. Tutti e tre hanno delle domande, tutte diverse, da rivolgere a questa terra, alla sua gente, a se stessi. Insieme si mettono alla ricerca delle risposte. La loro strada li porta in alto, molto in alto, fino al monte più alto della Persia.

Tutti e tre sono partiti dalla loro patria, la Baviera, diretti a Oriente, verso l’Iran. Ognuno di loro aveva un motivo diverso per intraprendere questo viaggio, ma ciò che li accumunava era la missione di ritrovare se stessi. A bordo c‘era Puria Ravahi, che si definisce “il persiano più bavarese del mondo“. Nato in Iran oggi film maker di successo, si è messo alla ricerca delle sue radici. Puria era accompagnato da Andreas Jacobsen, fotografo, desideroso di scoprire l’Iran con l’obiettivo e la menta aperti, sentendo e immortalando la storia contemporanea tra il glorioso passato nel regno di Alessandro Magno e gli spaventosi eventi più recenti. Il terzo elemento della squadra, Thomas “Butchy“ Buttchereit, vuole festeggiare un degno ritorno, dopo aver condotto negli ultimi anni una vita un po’ diversa. Butchy era completamente votato allo sport e alle avventure, fino a che ha messo in cima alle sue priorità la famiglia e il lavoro. Ora vuole ripartire alla grande con lo sport, sul monte Damavand. Insieme sono Inside Iran.

La scalata del monte Damavand, alto 5.671 metri, il monte più alto della Persia, rappresenta per i tre una grande sfida, sia dal punto di vita fisico che psicologico. Il programma prevedeva come prima cosa un’acclimatazione impeccabile, ma quando il meteo ha iniziato a peggiorare, hanno messo in gioco tutto. Nonostante i problemi con la quota e il meteo pessimo, non hanno mollato. Con una volontà ferrea e il loro obiettivo sempre davanti agli occhi, non solo sono arrivati insieme in cima al Damavand, ma hanno dato inizio all’avventura Iran. Anche per Butchy, che è stato un atleta estremo, la sofferenza fisica si è fatta sentire, ma raggiungere la vetta ha significato resettare la mente. Riappropriarsi delle proprie forze, voglia di fare e bramosia di avventura erano dall’inizio parte della Mountopia di Butchy.

Con la gioia nel cuore dopo aver raggiunto la vetta, era tempo per Puria di riscoprire le sue origini persiane, il vero motivo del suo viaggio. A Teheran, la città in cui è nato, i tre hanno incontrato Wahed Ravahi, il padre di Puria. “La rivoluzione iraniana ci ha travolti, e siamo stati costretti a fuggire“ racconta Wahed. Dal 1980 la famiglia vive a Rosenheim, nel sud della Germania, il paese della madre di Puria. Tornati a Teheran si sono messi a cercare loro vecchia casa. Dopo ore di ricerca l’hanno trovata, Wahed ne era sicuro. I vicini di allora vivevano ancora lì, e si sono seduti con loro intorno a un tavolo, perdendosi nei ricordi bevendo the forte e mangiando leccornie dolcissime, fino a che si sono fatti coraggio e hanno bussato alla porta dell’ex casa di Ravahi. Natulramente anche i nuovi affittuari si sono mostrati comprensivi per la storia di Puria e suo padre. Questa è l’autentica ospitalità persiana.

Come degli asceti, proseguiamo in fila stretti l’uno all’altro, attraverso la tempesta. Whiteout. Abbiamo perso il senso del tempo e dello spazio, seguiamo una linea retta che ci porta verso l’alto. “Sarà la strada giusta per trovare le nostre risposte? Vale la pena di fare tutta questa fatica?” I pensieri continuano a turbinare in testa. “Adesso basta! Stringere i denti e resistere. Non possiamo mollare. Abbiamo troppe domande per l‘Iran e il monte Damavand.“

La missione

Tour | 20.09.2017 | Puria Ravahi

Tre uomini, tre storie, una Mountopia.

La rivoluzione iraniana ci ha travolti, e siamo stati costretti a fuggire.

Con la conquista del Damavand è stato celebrato il grande ritorno di Butchy, che va ora verso un radioso futuro sportivo. Puria è ritornato nel suo paese insieme a suo padre. E Andreas? Ha trovato le sue risposte semplicemente essendoci. Insieme a Puria e Butchy ha immortalato nelle sue foto momenti che non hanno bisogno di spiegazioni, situazioni che non avrebbero potuto essere più intime. Puria, Butchy e Andreas: insieme sono stati Inside Iran.

Inside Iran

Inside Iran