copied 3d url is missing successfully copied to clipboard
  • DYNAFIT ONLINE STORE ufficiale
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • 55 % dei prodotti sono realizzati nelle Alpi

L’ABC dello sci alpinismo:
abbigliamento e attrezzatura
 

Am Skitourengehen führt in diesem Winter kein Weg vorbei. Seit vielen Jahren boomt das Erkunden der winterlichen Berglandschaft ohne Lift und motorisierte Helfer. In Zeiten von Corona und Social Distancing wird das Tourengehen weiteren Zuwachs erfahren wie Branchenkenner und Sporthändler übereinstimmend vorhersagen. Experten gehen von rund fünf Mio. Skitourengängern weltweit aus, alleine zwei Mio. davon in Europa. Aber wie funktioniert der Ausdauersport eigentlich genau und welche Ausrüstung benötigt man, um so richtig auf Touren zu kommen?

Sci da sci alpinismo

Gli scialpinisti orientati alla salita cercano soprattutto peso contenuto e maneggevolezza, mentre chi punta alla discesa preferisce sci più larghi che galleggiano meglio sulla neve profonda, per un maggior divertimento sulla neve polverosa. La via di mezzo sono gli sci chiamati all mountain, che hanno un peso moderato con larghezza al centro compresa fra 80 e 95 mm. Per scegliere la giusta lunghezza dello sci occorre basarsi sull’esperienza personale e sul campo di utilizzo.

Attaco da sci alpinismo

Gli attacchi possono essere basati su due diversi sistemi: a telaio o a pin. Negli attacchi a telaio lo scarpone è fissato a un collegamento fra puntale e talloniera, che si solleva a ogni passo in salita, mentre in discesa viene bloccato. Con l’attacco a pin invece lo scarpone viene fissato direttamente allo sci mediante due forellini sul lato della punta dello scarpone, chiamati inserti, che si agganciano ai relativi perni di metallo sul puntale. La talloniera dell’attacco è fissa sullo sci e lo scarpone si può muovere liberamente, così si risparmia peso e la salita è più comoda. Oggi esistono anche gli attacchi ibridi, formati da una combinazione di pin e talloniera da sci alpino.

Scarponi da sci alpinismo

Per cominciare, gli scarponi da sci alpinismo hanno un meccanismo ski-walk che consente di muoversi liberamente in salita garantendo una tecnica di camminata non eccessivamente faticosa. Per la discesa il meccanismo può essere chiuso fissando lo scarpone allo sci, in modo da garantire tenuta per il piede. Come per gli sci, anche fra gli scarponi da sci alpinismo ci sono modelli più orientati alla salita e altri più orientati alla discesa. Gli scarponi da salita sono molto leggeri, flessibili e comodi mentre per la discesa la stabilità è prioritaria.

Pelli da sci alpinismo

Le pelli vengono incollate sotto gli sci in salita per impedire che si scivoli all’indietro, devono però allo stesso tempo scivolare bene in avanti, per evitare di fare troppa fatica in salita. Oltre all’adesivo ci sono ganci, clip o staffe che si applicano alle due estremità dello sci per tenere meglio le pelli. Il materiale più utilizzato dai produttori è il Mohair, il vello delle capre d’angora, talvolta mescolato a materiale sintetico. È importante che la pelle copra interamente la soletta dello sci, lasciando però scoperte le lamine.

Bastoncini

Anche i bastoncini non possono mai mancare in un tour sciistico. Sono leggeri, stabili e di norma più lunghi dei normali bastoncini da sci. Spesso sono regolabili, per adattare la lunghezza alla pendenza e accorciarli durante la discesa. È inoltre importante avere un’impugnatura confortevole con un buon grip. Per far sì che il bastoncino abbia una spinta sufficiente in salita la rotella è molto grande. Inoltre, hanno una punta incurvata per una tenuta sicura nei passaggi rocciosi.

Abbigliamento funzionale

Neve e freddo glaciale o sole e temperature estive: quando si pratica sci alpinismo si possono incontrare condizioni meteo di tutti i tipi, che spesso possono cambiare drasticamente anche durante il tour.

Per prepararsi ad affrontare adeguatamente tutte le condizioni bisogna puntare su materiali intelligenti e adottare un abbigliamento a strati. 

Il primo strato, che viene indossato a diretto contatto con la pelle, deve essere costituito da una maglia funzionale che regola alla perfeziona il clima corporeo, allontana il sudore dal corpo e al contempo evita il surriscaldamento. Viene poi uno strato intermedio, una giacca isolante termica, che si può sfilare al bisogno durante la salita o quando le temperature salgono. Infine, c’è lo strato esterno, ossia giacca o pantaloni softshell o hardshell che proteggono da vento e agenti atmosferici.

Ramponi, zaini ecc.

Con temperature glaciali e condizioni di neve impervie non possono mancare anche i crampon, ossia i ramponi utilizzati per lo sci alpinismo. Questi possono essere fissati agli sci al bisogno, e in salita si ancorano alla neve impedendo allo sciatore di scivolare sul terreno duro. Per scendere in sicurezza occorre portare anche un casco, e non bisogna dimenticare una cartina e una bussola o un GPS per orientarsi nel fuoripista. Utili per lo sci alpinismo sono anche i classici accessori per lo sport invernale come occhiali da sole, mascherina da sci, guanti, berretto o fascia.

Attrezzatura di sicurezza e valanghe 

Chi si muove lontano dalle piste deve necessariamente informarsi per acquisire le conoscenze necessarie sul tema delle valanghe. L’attrezzatura di sicurezza, formata da apparecchio di ricerca in valanga, pala e sonda e un kit di primo soccorso non può mai mancare nello zaino. Naturalmente non basta portare con sé l’attrezzatura ma occorre anche essere in grado di utilizzarla e di ricercare i dispersi nelle valanghe. Prima di ogni tour è d’obbligo controllare le previsioni meteo e il bollettino delle valanghe.

xxx

xxx

xxx

xxx

xxx

xxx

xxx

xxx

Vuoi saperne di più sulla tecnica corretta dello sci alpinismo? Qui troverai tutte le informazioni più importanti:

xxx