copied 3d url is missing successfully copied to clipboard
  • DYNAFIT ONLINE STORE ufficiale
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • 55 % dei prodotti sono realizzati nelle Alpi

ULTRA RUNNING | 24.04.2019 | Klaus Gösweiner (Dynafit Athlete)

Crossing Austria: Ultra Running attraverso l’Austria

Due matti, due atleti d’eccezione, due ultra runner - Klaus Gösweiner e Markus Amon hanno puntato in alto con il progetto Crossing Austria: 500 chilometri e 20.000 metri di dislivello dal punto più basso dell’Austria al più alto. Per anticipare, ce l’hanno fatta... ma hanno sofferto e ne hanno passate tante in quei sette giorni. Passato un po’ di tempo, Klaus Gösweiner ha scritto i suoi ricordi:

La grande vittoria di un’amicizia unica

Mi trovo insieme a Markus Amon sulla vetta del Großglockner, il punto più alto dell’Austria, 3.798 metri. Sento il battito del cuore nelle orecchie, le gambe sono stanche e doloranti, ma nonostante questo provo pura felicità! Ci siamo lasciati alle spalle 750.000 passi fatti indossando le scarpe da trail running, in sette giorni, su 500 chilometri e con 20.000 metri di dislivello, partendo dal punto più basso dell’Austria (Apetlon, 114 m). Affiancati da un team di 13 persone abbiamo corso dal Burgendland fino alla montagna più elevata del paese. Ecco la nostra storia:

Primo giorno: In piano ci si annoia, ma è necessario.

 

Da Apetlon (Burgenland) a Puchberg am Schneeberg (Bassa Austria) – 85km, 1.100Hm, 9h30min:

È sabato, 29 settembre 2018.  L’oscurità ci avvolge quando partiamo alle 5:45 del mattino dal punto più basso dell’Austria per iniziare “Crossing Austria”. Il forte vento ci rende faticosi i primi dodici chilometri fino a Illmitz, ma sul traghetto sul Lago Neusiedl resta tempo sufficiente per rilassarci e goderci l'alba.
Partiamo da Mörbisch per percorrere i successivi 73 chilometri, con 1.000 metri di dislivello. Ripetendoci “andare in piano è noioso, ma è necessario per raggiungere le montagne” alle 15.15 raggiungiamo, dopo 9,5 ore, Puchberg am Schneeberg, dove ha avuto luogo in mattinata la Schneeberglauf. Una breve intervista durante la premiazione e via alla rigenerazione allo Schneeberghof.

Secondo giorno: Finalmente le montagne.

 

Da Puchberg (Bassa Austria) a Seewiesen (Stiria) – 78km, 5.100Hm, 14h20min

Il secondo giorno di Crossing Austria ci mette a dura prova. L’itinerario ci porta attraverso Schneeberg, Rax e l’Hohe Veitsch fino a Seewiesen. Grati per il meteo fantastico partiamo alle 6.00 da Puchberg e dopo due ore buone di salita raggiungiamo la vetta dello Schneeberg, poi un trail tecnicamente impegnativo ci riporta a valle fino alla Weichtalhaus.

 

Un breve spuntino e si riparte per la valle Höllental, il Gaislochsteig leggermente ghiacciato (breve arrampicata), attraverso il Rax, dove spesso correre è impensabile per via dei fitti boschi di larice, e poi giù fino alla valle, verso Altenberg an der Rax, dove ci attende il nostro team, dopo ormai 6,5 ore di corsa.

Si prosegue attraverso il Knappensteig con pochi metri dislivello, in un’ora buona si arriva fino a Neuberg an der Mürz, seguito dalla salita finale, molto lunga, sull’Hohe Veitsch, che affrontiamo con un meteo perfetto. Per gli ultimi 20 chilometri rimasti, fino a Seewiesen, la salita passa per un percorso Teufelssteig molto ripido. Percorriamo gli ultimi 10 chilometri con la lampada frontale, e raggiungiamo provati Seewiesen dopo 14 ore abbondanti, alle 20:15.

Terzo giorno: Due maratone alpine, una dopo l’altra.

 

Da Seewiesen (Stiria) a Kaiserau (Stiria) – 88km, 4.700 Hm, 16h00min

Anche il terzo giorno è bello impegnativo. Alle 6:00 in punto corriamo in mezzo alla neve, con le lampade frontali, verso la vetta dell’Hochschwab. L’alba che ammiriamo a metà strada è incantevole, e ci dà la motivazione per affrontare il resto della lunga giornata. Raggiungiamo la vetta dell’Hochschwab dopo poco più di due ore e la salita ci porta fino alla Häuslalm, poi alla Sonnschienalm e ai piedi del Frauenmauer fra Polster e Präbichl nella città mineraria di Eisenerz, dove ci troviamo davanti altri 48 chilometri e 2.000 metri di dislivello.

Il meteo in peggioramento rende impegnativo un terreno di per sé semplice. Attraversiamo Radmer già con pioviggine, all’altezza delle sovrastanti Neuburgalm e il villaggio degli alpinisti Johnsbach il temporale ci ha già raggiunti. Nella salita fino alla Mödlingerhütte la pioggia cessa, e alla luce delle lampade frontali ci accorgiamo che la temperatura è calata drasticamente. A Filtzengraben la perturbazione riprende, giungiamo alla Oberst Klinkehütte in mezzo al nevischio. Assolviamo le ultime due discese della giornata, provati ma rapidi, e raggiungiamo la destinazione della giornata a Kaiserau, dopo poco meno di 16 ore di corsa.

Quarto giorno: Le fatiche di Markus.

 

Da Kaiserau (Stiria) a Ramsau am Dachstein/Türlwandhütte (Stiria) – 88km, 1.500Hm, 13h30min

Dopo solo quattro ore di sonno diamo il via alla quarta tappa, dove gioco in casa: Da Kaiserau discendiamo verso la valle Paltental fino a Rottenmann, a sud del castello di Strechau sull’altipiano di Lassing. A Lassing le nostre gambe hanno già scarpinato per una mezza maratona, e si riposano un po’. Prendiamo poi la via più rapida sull’argine dell’Enns, e a questo punto Markus inizia ad accusare gli strapazzi del giorno prima e dobbiamo rallentare sensibilmente il ritmo. Seguono 55 chilometri in piano fino a Haus nella valle Ennstal, che saranno per Markus i più duri di Crossing Austria. Quanto a me, sento soprattutto la fatica mentale, ma la corsa lenta mi crea problemi perché non ci sono abituato. Eppure, in qualche modo riusciamo a raggiungere la mia città, Haus, dove ci attende un'accoglienza calorosa che rischiara immediatamente anche il nostro umore. Dopo una breve sosta affrontiamo gli ultimi 13 chilometri e 1.000 metri di dislivello fino alla Türlwandhütte, ai piedi della parete sud del Dachstein. Ci consultiamo e decidiamo di dividerci per la prima volta a Ramsau, così io raggiungo la Türlwandhütte dopo 13,5 ore di corsa, Markus circa 45 minuti dopo.

Quinto giorno: Mezzo metro di neve fresca sul Dachstein.

 

Da Ramsau (Stiria) a Wagrain (Salisburgo) – 41km, 700Hm, 6h45min

La nevicata di lunedì non ci consente purtroppo di raggiungere come pianificato la vetta dell’Hohen Dachsteins (2.995 m), ma con mezzo metro di neve e raffiche di vento di 80 km/h il rischio sarebbe stato troppo alto. Una grande delusione personale, perché per me il Dachstein ha un grande significato dai tempi di Crossing Styria. Proviamo a vedere il lato positivo - l’itinerario alternativo attraverso la Südwandhütte e la Bachlalm è abbastanza semplice, invece di 50 chilometri e 1.500 metri di dislivello il programma prevede “solo” circa 40 chilometri e 700 metri di dislivello. A Filzmoos decidiamo che ognuno corra al suo ritmo, così raggiungiamo Wagrain in 6,5 ore. Markus vuole sfruttare questa tappa per rilassare un po’ le gambe, così completa il percorso camminando.

Sesto giorno: Una decisione difficile

 

Da Wagrain (Salisburgo) a Fusch an der Glocknerstraße (Salisburgo) – 67km, 1.600Hm, 8h30min

“Mi dispiace, non ce la faccio più” annuncia Markus fra le lacrime davanti al team al completo nella sala delle colazioni del nostro alloggio a Radstadt. La tappa di camminata del giorno precedente non ha purtroppo portato a Markus il giovamento sperato, entrambi gli stinchi e i piedi sono molto gonfi e non riesce quasi a muoversi. La decisione di Markus è irrevocabile e corretta. “Klaus completerà il progetto per entrambi!” dichiara, commuovendo anche me fino alle lacrime.

Sulla via verso St. Johann im Pongau provo a fare i conti con le emozioni suscitate dalla nuova situazione, e assecondo le sensazioni del mio corpo. Nonostante qualche vescica corro in parte a un ritmo inferiore a cinque min/km, voglio solo raggiungere Kaprun! Dopo una breve sosta nel paese di Markus, Bruck an der Glocknerstraße, volo letteralmente fino alla tappa successiva, Kaprun. Le mie condizioni mi consentono di rimanere sull’itinerario della Großglockner Ultra trail e lasciarmi alle spalle altri 15 chilometri e 1.000 metri di dislivello fino a Fusch an der Glocknerstrasse. Così era tutto pronto per la giornata successiva sul Grossglockner, a parte che non c’era Markus con me.

Settimo giorno: Un sogno che si realizza!

 

Da Fusch (Salisburgo) al Großglockner (Osttirol) – 35km, 3.900Hm, 9h30min

4.00 del mattino, mi infilo i vestiti da corsa, una breve colazione, alle 5.00 salita dal Kaprunerhof fino a Fusch, alle 5.30 partenza da Fusch. Sono concentratissimo, gli ultimi chilometri sono dolorosi ma passano ugualmente in fretta, e dal quarto chilometro vado come un treno. Raggiungo Ferleiten che non è ancora giorno, un breve spuntino e proseguo in direzione della Pfandlscharte. A metà della salita sulla Pfandlscharte il mio accompagnatore Toni mi informa che non ci saranno foto né video se proseguo a questo ritmo, perché i fotografi non riescono a starmi dietro. Scarpiniamo ancora dentro mezzo metro di neve fresca, Toni si occupa di lasciare le tracce. Esausto ma ottimista raggiungo la Pfandlscharte e per la prima volta da quando siamo partiti avvisto il nostro grande obiettivo, il Grossglockner!

Al Glocknerhaus trovo ad aspettarmi tutto il team, compreso Markus! Vedendolo quasi scoppio di gioia. Le lacrime scendono e Markus riparte dal lago artificiale sotto il Glocknerhaus! Nella salita verso la Stockerscharte gli lascio il comando, e quindi il controllo del ritmo. Andiamo avanti spediti e alla Salmhütte incontriamo le guide alpine Werner e Gottfried, responsabili per la nostra assicurazione. Poi ci sentiamo liberi, e raggiungiamo Adlersruhe. Aumentiamo il ritmo, alla stazione mettiamo i ramponi. Markus va avanti con la corda da 7 metri, poi ci sono io. Sulla prima roccia senza ghiaccio leviamo i ramponi e sfrecciamo letteralmente in direzione della cima. A 40 minuti da Adlersruhe raggiungiamo INSIEME la cima. Le emozioni sono indescrivibili. Salire insieme fino alla vetta del Grossglockner è stata per me la più grande vittoria di un’amicizia unica!

1 Apetlon - Puchberg

85km

1.100Hm

9h30min

2 Puchberg - Seewiesen

78km

5.100Hm

14h20min

3 Seewiesen - Kaiserau

88km

4.700Hm

16h00min

4 Kaiserau - Türlwandhütte

88km

1.500Hm

13h30min

5 Türlwandhütte - Wagrain

41km

700Hm

6h45min

6 Wagrain - Fusch

67km

1.600Hm

8h30min

7 Fusch - Großglockner

35km

3.900Hm

9h30min