copied 3d url is missing successfully copied to clipboard
  • DYNAFIT ONLINE STORE ufficiale
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • 55 % dei prodotti sono realizzati nelle Alpi

Rampanti: i ramponi per lo scialpinismo

I rampanti stanno allo scialpinismo come i ramponi stanno all’alpinismo. I coltelli sono una parte importante dell’attrezzatura da scialpinismo, che viene però spesso poco considerata. In questo articolo scoprirete perché i rampanti sono utili, dove vengono utilizzati e a cosa fare attenzione nel montaggio e nell’utilizzo.

Cosa sono i rampanti?

Funzionamento e campi di utilizzo dei rampanti

I rampanti si utilizzano quando le pelli non aderiscono più sufficientemente alla superficie della neve e non garantiscono quindi più la tenuta. Soprattutto in primavera, quando la neve si scioglie durante il giorno e ghiaccia durante la notte, tende a formarsi uno strato crostoso, cioè un manto solido e ghiacciato sul quale le pelli non aderiscono più. È facile scivolare anche nei passaggi ghiacciati o sulle creste, con conseguenze potenzialmente fatali quando ci si trova su terreni particolarmente ripidi o passaggi esposti. Qui i rampanti offrono un ottimo servizio e aumentano notevolmente il livello di sicurezza. Vengono inseriti nell'attacco e si piantano nella neve mentre lo sciatore prosegue. I denti impediscono allo sci di scivolare sia all’indietro che lateralmente, offrendo così una tenuta stabile anche sul duro suolo pressato. Quando lo sci viene sollevato durante il passo successivo, il rampante si stacca dalla neve e lo sci può essere mosso per progredire. I ramponi compromettono leggermente il comfort di camminata perché devono essere “trascinati”. Tuttavia, questo piccolo svantaggio è ampiamente superato dal grande vantaggio dato dalla maggiore sicurezza. Sarebbe utile avere i rampanti sempre nello zaino durante ogni uscita, perché non si sa mai in che situazioni ci si può ritrovare e i circa 100 grammi di peso in più quasi non si sentono.

Compatibilità: Trova il rampante giusto

Il miglior rampante non serve tuttavia a nulla se non c’è compatibilità. Esistono tanti attacchi diversi per gli sci e di conseguenza altrettanti tipi di rampanti con diversi sistemi di fissaggio. Gli attacchi DYNAFIT possono essere utilizzati solo con rampanti originali DYNAFIT, in caso contrario la compatibilità non è garantita.

 

Oltre alla compatibilità fra attacco e rampante, deve essere considerata anche la larghezza degli sci: se i rampanti sono troppo stretti non vi si adattano, se invece sono troppo larghi il rampante ha troppo spazio e tende a spostarsi da una parte all’altra. Raccomandiamo di acquistare sempre rampanti più larghe di almeno 5 mm rispetto alla larghezza dello sci. Per esempio, per uno sci con una larghezza di 88 mm si dovrebbe utilizzare un rampante largo 100 mm. In ogni caso, bisogna controllare sempre che tutto sia in ordine prima di partire!

Come si montano i rampanti?

Al primo tentativo di montare i rampanti potrebbe non filare tutto liscio, per questo è meglio provare a casa. Sulla neve il rampante va montato assolutamente prima di iniziare la salita. Infatti, è più semplice e sicuro montare i rampanti su un terreno pianeggiante piuttosto che farlo con le ginocchia tremanti su un passaggio ripido e che si rivela più impegnativo di quanto sembrava. Il motto è: meglio portare i rampanti una volta di troppo piuttosto che non averli quando servono.

Solitamente per montare i rampanti all’attacco è necessario togliere gli sci. I rampanti DYNAFIT possono essere montati anche senza togliere gli sci, ma servono una grande abilità ed equilibrio. Questo metodo è quindi consigliato ai più esperti.


Per fissare i rampanti si procede come segue:
1. Il rampante deve essere inserito in posizione verticale sul lato dell’apposito spazio sul puntale.
2. Inserire il rampante in modo che si venga a trovare al centro dello sci, prima di chiuderlo.

Per rimuovere il rampante, eseguire le stesse operazioni in successione invertita

Come camminare correttamente con i rampanti

I rampanti non sono un rimedio universale per affrontare le condizioni difficili. Su terreni molto ripidi è consigliabile togliere gli sci e indossare dei veri e propri ramponi. I rampanti garantiscono una buona tenuta soprattutto sul lato, mentre per quanto riguarda lo scivolamento all’indietro hanno dei limiti. Inoltre, l’utilizzo dei rampanti non sostituisce una corretta tecnica di progressione e virata. Naturalmente bisogna sempre ponderare bene la scelta dell’itinerario. Quando si cammina con i rampanti bisogna sempre tenere a mente quanto segue:
- Scegliere salite per quanto possibile piane, in modo che i denti possano funzionare al meglio.
- I rampanti DYNAFIT non devono mai essere utilizzati con l’alzatacco più alto, perché in questo caso non aderiscono o non penetrano abbastanza in profondità nella neve.
- I rampanti vanno utilizzati solo sulla neve, non su pietra, suolo misto o ghiaccio.
- Rimuovere sempre i rampanti prima della discesa, anche se si discendono solo brevi tratti!

Riassunto: Ecco cosa possono fare i rampanti

I rampanti sono attrezzi utilissimi, che aumentano enormemente la sicurezza sulla neve crostosa o ghiacciata. Al momento dell'acquisto va assolutamente tenuto conto della compatibilità con l’attacco e della larghezza centrale dello sci. Prima di uscire con gli sci, bisogna impratichirsi a casa con il montaggio.
Soprattutto in primavera, è consigliabile avere i rampanti sempre nello zaino e non aspettare troppo a lungo per montarli. Più piano è l’itinerario di salita, meglio i rampanti si attaccano alla neve.

I rampanti, chiamati anche in inglese “crampon”, sono degli “artigli” in metallo,
generalmente alluminio, che vengono inseriti negli attacchi da scialpinismo per facilitare la salita su neve crostosa o su terreno ghiacciato, aumentando la sicurezza. Un po’ come i ramponi, sono dotati di denti appuntiti sui lati che si piantano nella neve a destra e a sinistra impedendo lo scivolamento.