copied 3d url is missing successfully copied to clipboard
  • DYNAFIT ONLINE STORE ufficiale
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • 66% dei prodotti sono realizzati nelle Alpi

GEAR | 27.04.2018 | Robert Schlemer & Michael Zimmermann

Quando un’automobile ha percorso un certo numero di chilometri bisogna fare il tagliando, e anche la caldaia di casa va sottoposta a controllo annuale: le operazioni di manutenzione garantiscono la funzionalità e mettono al riparo dai danni. Questa procedura è diventata una routine consolidata in molto ambiti: anche per gli sci e gli attacchi da scialpinismo è obbligatorio effettuare controlli frequenti, è quindi indispensabile rivolgersi a rivenditori specializzati. Ci sono tuttavia determinate operazioni di manutenzione su sci e attacchi che è possibile effettuare senza problemi da soli.

Un lungo inverno ricco di neve giunge al termine: quando l’ultimo tour con gli sci è passato e l’ultimo giro in alta quota è stato registrato sul diario è il momento di preparare gli sci e gli attacchi per il periodo estivo. Ma a cosa bisogna fare attenzione per far sì che il set up sia pronto per essere utilizzato il prossimo inverno? Abbiamo chiesto a due specialisti che con Dynafit lavorano quotidianamente con sci e attacchi da scialpinismo. 

Sci

- Pulire gli sci con acqua tiepida e un panno morbido e farli asciugare bene.


- Applicare abbondante cera sulla soletta, compresi gli angoli. La cera impedirà alla soletta di “seccare” durante il periodo estivo e agli angoli di arrugginire. Sarà sufficiente una cera basilare economica.


- Conservazione: si può decidere liberamente se conservare gli sci in posizione verticale o orizzontale, l’importante è che si ripongano in un luogo buio e soprattutto asciutto. Evitare in ogni caso cantine umide dove è presente la muffa.

In general, touring skis should be dried with a soft cloth after every use to avoid rust spots.

Attacchi da scialpinismo

- Pulire l’attacco pin con acqua tiepida e un panno morbido. Non utilizzare strumenti di pulizia ad alta pressione né prodotti sgrassanti, per non rimuovere il grasso dalle parti dell’attacco in cui esso è necessario.


- Alla fine della stagione l’attacco dovrebbe essere sempre controllato e sottoposto a manutenzione da un rivenditore specializzato. Non lubrificate l’attacco da soli, perché il lubrificante potrebbe venire a contatto con fermi come pin o viti, compromettendo eventualmente la sicurezza dell’attacco.


- Conservazione: Il puntale dello sci da touring deve essere conservato chiuso, ma non bloccato, come in posizione di salita. La talloniera deve stare in posizione di discesa.


- Conservare in un luogo fresco e soprattutto asciutto.


- Per scongiurare la corrosione evitare di tenere nelle vicinanze degli attacchi batterie, come la batteria dell’auto.

Consiglio di far sempre controllare l‘attacco alla fine dell’inverno da un rivenditore specializzato, per verificarne il funzionamento e la corretta regolazione.

Michi Zimmermann è uno degli ingegneri che creano gli attacchi Dynafit da scialpinismo. Ogni giorno riflette su come rendere ancora più semplice la vita degli scialpinisti, lavorando sugli attacchi:

Robert Schlemer sviluppa i prodotti dell’intera gamma di sci. Appassionato di free touring e finisher della Patrouille des Glaciers, è esperto di tutte le discipline, dal freeride al race:

In generale gli sci da scialpinismo devono essere asciugati dopo ogni utilizzo con un panno morbido, per evitare la ruggine.

Pausa estiva: Check up per sci e attacchi da scialpinismo