• DYNAFIT ONLINE STORE ufficiale
  • Reso gratuito entro 30 giorni
  • 66% dei prodotti sono realizzati nelle Alpi

Zaini da trail running: così trovi i prodotti migliori

Per il trail running, oltre alle calzature adatte per l’off-road, serve anche uno zaino speciale. In questo articolo ti spieghiamo in dettaglio le particolarità degli zaini da trail running, ti presentiamo i diversi modelli esistenti e ti indichiamo quali funzioni devi cercare quando acquisti uno zaino. 

Perché ci sono zaini speciali per il trail running?

Quando si pratica trail running ci si porta dietro un bel po‘ di attrezzatura, soprattutto sui percorsi lunghi e in montagna, quando il meteo può cambiare repentinamente. La maggior parte delle gare, inoltre, prevede una lunga lista di attrezzatura obbligatoria: sufficienti scorte di liquidi da bere e protezione dagli agenti atmosferici, indumenti di ricambio, kit di primo soccorso o cellulare per le emergenze: parecchie cose. Correre con la borraccia in mano e le tasche ricolme di oggetti non è certo comodo, e sicuramente nelle tasche non entra tutto ciò che serve. Gli zaini da trail running sono un ottimo aiuto per portare tutto l’occorrente per correre off road in sicurezza. Diversamente dai normali zaini da escursionismo o da alpinismo gli zaini da trail running hanno una vestibilità particolare e molte altre accortezze tecniche per farti correre in leggerezza e comodità.

Quali diversi modelli esistono?

Ci sono tanti diversi zaini da trail running: si va dai vest compatti ai piccoli sistemi di idratazione fino agli zaini versatili per la corsa in montagna con volume di 9 litri e oltre. Ci sono anche marsupi e cinture da corsa che hanno solo un supporto per la borraccia e un taschino per chiavi e cellulare. Quale modello sia il migliore per te dipende soprattutto dal percorso e dal tipo di gara che intendi affrontare. Mentre per fare una corsetta dopo il lavoro intorno al lago vicino casa è sufficiente una cintura, per una ultra in montagna serve sicuramente uno zaino più grande, per avere con sé tutto ciò che serve. Qualunque cosa tu abbia in mente, DYNAFIT ha tanti zaini con diversi volumi e funzioni, per poter affrontare ogni avventura running.

Zaini da running per il trail: a cosa fare attenzione

Indipendentemente dalle dimensioni dello zaino da trail running ci sono alcuni criteri di cui tenere conto al momento dell‘acquisto, per trovare lo zaino perfetto per te:

Vestibilità: aderente ed ergonomica

La cosa più importante per uno zaino da trail running è la vestibilità. Lo zaino deve aderire al corpo come una seconda pelle ed essere ergonomico e comodo da indossare, perché mentre si corre non c’è nulla di più fastidioso di uno zaino che scivola continuamente o provoca attrito. Per questo motivo la maggior parte degli zaini da trail running è tagliata come un gilet, per avere una buona tenuta, e viene chiusa con un cinturino sul petto per distribuire il peso principalmente sulle spalle e sul petto, per una corsa più gradevole e naturale.

Peso: muoversi in leggerezza

Zaini da trail running DYNAFIT

Per sfrecciare veloce sui trail si ha bisogno di attrezzatura leggera, e questo include anche lo zaino, soprattutto per le ultra maratone, quando ogni grammo conta. Lo zaino deve pesare il meno possibile, perché il contenuto pesa già abbastanza.

Traspirabilità: perfetta circolazione dell‘aria

Uno zaino da trail running deve essere traspirante, caratteristica molto importante soprattutto nelle corse in montagna più impegnative o nelle stagioni più calde, per evitare il surriscaldamento. Il materiale mesh è particolarmente indicato sulla schiena per consentire comfort e una buona circolazione dell’aria.

Ripartizione degli spazi e maneggiabilità: mantenere il controllo della situazione 

Molti trail runner utilizzano i bastoncini, in salita o nelle discese tecniche. Ma dove metterli quando non servono? I migliori zaini da trail running offrono la possibilità di fissare i bastoncini al loro esterno. Altri accessori pratici dei migliori zaini sono i supporti sugli spallacci per le borracce morbide o il tubo per il sistema di idratazione. Al cinturino sul petto è spesso fissato un fischietto per attirare l’attenzione in caso di necessità, obbligatorio in quasi tutte le gare. Stampe riflettenti migliorano la visibilità al crepuscolo, per una maggiore sicurezza. Infine, è molto utile un taschino impermeabile per riporre gli oggetti di valore, perché il telefono deve funzionare anche dopo molti chilometri per immortalare i bei ricordi di una corsa nella natura. 

Tenere tutto in ordine è un grande aiuto, e ciò vale naturalmente anche per il trail running. In uno zaino da corsa ben fatto lo spazio è ripartito in modo intelligente, per avere tutto a portata di mano. Oltre al comparto principale la maggior parte dei modelli è minuta di taschini ai lati o sugli spallacci per riporre borracce morbide, barrette ecc. Nelle lunghe corse è comodo avere diversi comparti per separare i vestiti bagnati da quelli puliti o per avere a portata di mano la borraccia morbida da riempire. È inoltre importante che lo zaino sia comodo e facile da usare e che si possa indossare e togliere velocemente, perché in gara ogni minuto conta.

Accessori: pratici aiuti per la corsa su sentiero