• SPEEDUP
  • Cambio gratuito entro 30 giorni
  • Original Dynafit Markenshop

ULTRA RUNNING | 25.04.2019 | Elisabeth Forte

La Via Valais – Trail running da Verbier a Zermatt

225 chilometri e 14.000 metri di dislivello positivo attraverso le Alpi del Vallese: la Via Valaiscollega due leggendari paesi montani svizzeri, Verbier e Zermatt. L’itinerario è diviso in nove tappe. Ogni giorno si corrono in media 24 chilometri: a prima vista non sembra tanto, ma il percorso è molto duro, con un terreno parecchio impegnativo dal punto di vista tecnico, e naturalmente giorno dopo giorno i chilometri si sommano e si fanno sentire. Se a qualcuno non dovesse ancora bastare, c’é la possibilità di aggiungere una cima “bonus” a ogni tappa.

Hannes Namberger – Atleta Dynafit

Hannes è un ultra runner professionista, e vincitore del percorso da 75 chilometri della Grosslockner Ultra Trail. Nel 2019 ha iniziato per la prima volta nella Skyrunning World Series, la serie internazionale di corsa in montagna che vede affrontarsi i migliori atleti di alpine running:

 

Patate e datteri - l’alimentazione è fondamentale in una ultra. Oltre ai gel energetici Hannes in gara porta sempre con sé patate lesse, fonte di carboidrati, e datteri essiccati per avere una riserva di zucchero.
Anche l’alimentazione va allenata, la preparazione per una maratona ultra va oltre la corsa e lo stretching. “Si possono e si devono allenare anche le abitudini alimentari durante una gara”. Di solito mette in bocca due patate lesse prima di iniziare la discesa, una nella guancia destra e una nella sinistra... un po’ come un criceto.
Crema per i piedi - contro le vesciche il rimedio migliore per Hannes è la pomata pjuractive 2SKIN, che forma uno strato protettivo sulla pelle scongiurando le abrasioni.

Malene Blikken Haukøy – Atleta Dynafit

La norvegese Malene è una degli atleti Dynafit più di successo. Oltre alla coppa del mondo di scialpinismo ISMF in inverno e le Skyrunning World Series in estate, Malene porta avanti diversi progetti individuali. Così nel 2018 ha corso intorno al fiordo più lungo del mondo, il Sognefjord – 250 chilometri, 20.000 metri di dislivello, 6 giorni!

 

La birra analcolica è il segreto di Malene. Durante le lunghe sessioni di allenamento, e anche durante la gara, la birra analcolica non è solo un modo per assumere liquidi e soddisfare il palato, ma rifornisce anche il corpo di carboidrati.
Pane bianco e porridge prima della gara - alimenti leggeri e facilmente digeribili sono importante per Malene la mattina della gara. Il pane bianco fornisce rapidamente energia e la classica pappa di avena tiepida dà sazietà a lungo senza appesantire lo stomaco.

Benedikt Böhm – Dynafit CEO

Bene è famoso per i suoi progetti ultra.  Ascesa di monti da 8.000 metri, speed sull’Etna o una Alpencross completa in 28 ore, sicuramente ha tanti consigli da dare per la corsa:

 

Compra le scarpe di un numero più grandi - durante una ultra i piedi si gonfiano e serve più spazio nell'area della punta dei piedi.  Chi non lo fa, rischia che le dita dei piedi diventino livide.
Inganna te stesso - durante i suoi progetti ultra con gli sci o a piedi si ripete di avere gambe risposate fino a quando anche il corpo non se ne convince.

Emy Leitner – Dynafit Marketing Italy

Crema al grasso di cervo – la migliore per Emy! In allenamento e in gara utilizza questa crema per i piedi e altre parti del corpo soggette a sfregamento. Si tratta di una crema molto grassa ad assorbimento lento che forma uno strato protettivo superficiale sulla pelle.
Tape su ogni singolo dito - quando la gara si fa seria, Emy utilizza i tape per ogni singolo dito dei piedi. Lo strato esterno del tape è più ruvido della pelle, in questo modo si ottiene una maggiore aderenza del piede dentro la calzatura e si evitano inutili scivolamenti, soprattutto quando si inizia a sudare. In discesa il tape serve soprattutto per contrastare le vesciche.

Kerstin Zimmermann – Dynafit Online Marketing

Pediluvi basici - i pediluvi caldi dopo una lunga cosa non sono solo piacevoli, ma rilassano anche la muscolatura del polpaccio. Gli additivi basici aiutano inoltre a depurare e a prevenire vesciche e cattivi odori.
Carta igienica nello zaino - ho sempre un piccolo rotolo di carta igienica per i casi di emergenza. Conservo la carta utilizzata in un sacchetto di plastica che butto al rientro, così non lascio rifiuti in giro

Johanna Hiemer (nata Erhart) – atleta Dynafit

Polvere di base – quando fa sport Johanna deve sempre fare i conti con il bruciore di stomaco, soprattutto durante la corsa in estate. Per questo beve ogni giorno Basenpulver per controllare il contenuto acido dell’organismo.
Acqua di cocco - molti atleti non escono di casa senza bevande elettrolitiche, Johanna non rinuncia invece all'acqua di cocco. Anche durante la gara la sua sacca idrica è sempre piena di questa bevanda nutriente e gustosa. Attenzione: l’acqua di cocco non va confusa con il latte di cocco!