• SPEEDUP
  • Cambio gratuito entro 30 giorni
  • Original Dynafit Markenshop

Fuori è buio, umido e c’è la nebbia. Stanchi e affaticati, ma pregustando già lo spettacolo dell’alba in vetta, partiamo puntuali alle 4:00. L’ente turistico della Ötztal ci ha messo a disposizione un fuoristrada, cosa di cui siamo molto grati, soprattutto quando giungiamo alla stazione sciistica e attraversiamo con una visuale di appena cinque metri ruscelli pieni di pietre. Ore 04:30: arriviamo a destinazione. Dobbiamo percorrere a piedi gli ultimi 300 m di altitudine, ma desistiamo a causa delle temperature gelide, della nebbia e dell’umidità, preferendo attendere che la nebbia vada via. Un‘ora, due ore… meno male che l’hotel Enzian ci ha preparato cestini con abbondanti provviste. Tre ore. Stretti nei nostri caldi piumini, dobbiamo attendere altre 4 ore prima che la nebbia inizi pian piano a diradarsi. Quando finalmente riusciamo a partire è già mezzogiorno, ma a fine giornata veniamo premiati con una vista mozzafiato sulle Dolomiti, formazioni di nuvole mistiche e foto meravigliose.

Le previsioni danno tempo variabile o brutto. In realtà è pessimo. La prima colazione all’hotel Enzian ci mette dell’umore giusto per andare incontro alla nostra ultima giornata di shooting, e prendiamo la ferrovia Hohe Mut Bahn. Sull‘Hohe Mut, a 2.670m, raccogliamo le nostre cose e partiamo a piedi alla ricerca dello scenario perfetto. La vista sul ghiacciaio è splendida, eguagliata se non superata dalla vista in direzione Rotmoostal: la location perfetta per il segmento “ultra”. Tre minuti sono però sufficienti per far sparire tutto nella nebbia, e le nostre speranze di un miglioramento si rivelano presto vane. Ci ripariamo al rifugio Hohe Mut, uno dei più quotati della regione per celebrare matrimoni, vicinissimo alla cabinovia, e ci tratteniamo testardamente fino al pomeriggio. Prima che il tempo a nostra disposizione termini, riusciamo a sfruttare tre quarti d’ora per ottenere più foto possibile con il paesaggio, poi nuvole e nebbia si fanno di nuovo strada dalla valle e siamo costretti a ritornare. Si sa, il meteo in montagna è imprevedibile.

Il meteo è perfetto e il team, di ottimo umore, è pronto a partire sul bus navetta: giungiamo alla prima location dopo un viaggio breve ma avventuroso su un Defender vecchio 20 anni, con una giornata incantevole e temperatura mite, nonostante sia ancora presto e il prato sia bagnato di rugiada. Tra la stazione centrale della ferrovia Hohe Mut Bahn e il rifugio Schönwies scopriamo un panorama mozzafiato, anche se mancano ancora almeno 600 metri di dislivello alla vetta.

 

Pranziamo al rifugio Karlsruher a 2.450m, dove le deliziose pietanze della cucina locale ci danno l’energia necessaria per lo shooting, previsto per il pomeriggio in un bosco di pini cembri. Nuova location, nuova sfida. Nascosti nel fondo del bosco di pino cembro si trovano dei percorsi magnifici. Dopo una piccola interruzione dovuta alla pioggia, che si dilegua presto insieme alle nuvole, ci inoltriamo nel bosco seguendo il sentiero, che dopo una breve salita porta a un piccolo altipiano: da qui possiamo ammirare un tramonto favoloso, che ci ripaga di tutte le fatiche della giornata.

Il mattino ha l’oro in bocca – o almeno così credevamo

Alpine Running | 20.09.2017 | Beatrice Lederer

Chi ha visitato la valle Ötztal in estate conosce di certo le valli dietro alla famosa località sciistica Obergurgl, con i suoi verdi pendii, le spettacolari cascate, gli scorci del ghiacciaio, le impressionanti montagne e i trail: lo scenario ideale per scattare le foto per la nuova collezione estiva 2018.

Non c’è due senza tre, almeno così si dice

Le previsioni meteo per il secondo giorno, che trascorreremo sulla cima del Wurmkogel, sono molto promettenti, così decidiamo di svegliarci presto per scattare foto speciali con la complicità dell’alba. Svegliarsi “presto” significa in questo caso alle 3 del mattino; nulla di strano per la nostra guida Martin Scheiber, abitante delle Alpi Venoste e proprietario di un panificio, avvezzo quindi a certe levatacce, mentre noi accusiamo la stanchezza.

Siamo molto soddisfatti dei risultati del nostro lavoro, e i nostri sentiti ringraziamenti vanno anzitutto all’ente turistico dell‘Ötztal e a team4tourism per la professionalità e l’aiuto prima e dopo lo shooting. Un grazie di cuore anche alla nostra guida Martin Scheiber, che ci ha accompagnati e assistiti per tutti i tre giorni trascorsi in montagna.

 

In futuro non mancheremo di visitare più spesso la Ötztal, una regione perfetta non solo per lo sci ma anche per l‘alpine running!
Chi se ne vuole convincere non può perdersi le foto del GletscherRun.

Alpine Running Uomo
Alpine Running Donna
Alpine Running Donna
Alpine Running Uomo

Photoshoot summer 2018 collection